News

La Lombardia hub mondiale del manifatturiero
Pubblicato il 15/01/18

 Dopo 4 edizioni itineranti, dal 2018 l’evento internazionale World Manufacturing Forum si svolgerà stabilmente in Lombardia

Il gotha del manifatturiero mondiale – grandi, piccole e medie imprese, ceo, policy experts, associazioni di rappresentanza, accademici, istituzioni europee – si è riunito ieri e oggi a Cernobbio per il Manufacturing Summit, evento di lancio del rinnovato World Manufacturing Forum, l’evento internazionale che, dopo 4 edizioni itineranti, dal 2018 si svolgerà stabilmente in Lombardia. Risultato, questo, ottenuto grazie alla sinergia tra Confindustria Lombardia, Politecnico di Milano e Regione Lombardia, i tre organizzatori del summit, e attestato di forza dell’industria manifatturiera e dell’immenso know-how regionale.

Il Manufacturing Summit 2017 – ‘Manufacturing 4.0: the key drivers enabling competitiveness and societal prosperity’, nato con l’obiettivo di rilanciare la Lombardia come leader nella definizione dei macrotrend del manifatturiero mondiale, è stato introdotto dagli interventi dei promotori, il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, il presidente di Confindustria Lombardia Alberto Ribolla, e Marco Taisch docente del Politecnico di Milano, nell’ambito del panel “The future of Manufacturing”. 

NEL 2018 IL PRIMO DOCUMENTO

«Il World Manufacturing Forum è un progetto ambizioso, nato nel 2011 con il primo evento organizzato proprio a Cernobbio, con il contributo della Commissione Europea, come evento per condividere i risultati di una roadmap per la ricerca europea di questi anni», ha detto Marco Taisch, responsabile scientifico del Forum e docente al Politecnico di Milano (Dipartimento di Ingegneria Gestionale).

«Dal 2011 l’evento è cresciuto, con un numero sempre maggiore di speaker e partecipanti del mondo politico, industriale e della ricerca. Mondi che insieme collaborano per rilanciare il manifatturiero. Il primo anno di lavoro sarà racchiuso in un documento che ne riporterà i risultati, e che sarà presentato nell’edizione di Cernobbio 2018», ha concluso il professore.